Consulenza direzionale

La consulenza di Direzione consiste in attività di business process reengineering finalizzate a ottenere miglioramenti nelle performance economico-finanziarie...

Centro Servizi

Il Centro Servizi nasce da un’idea maturata in anni di professione sul campo. Dalla nostra esperienza risulta, infatti, che le organizzazioni che operano nel se...

Il Valore della Persona

Lo sviluppo delle Risorse Umane  Scelta strategica per garantire la continuità aziendale.  Il Capitale umano In un mondo in cui i mercati e gl...

Comunicare il Valore

Il Bilancio Sociale è lo strumento più indicato per dare visibilità alle domande ed alla necessità di informazione e trasparenza del proprio pubblico di riferim...

  • Consulenza direzionale

  • Centro Servizi

  • Il Valore della Persona

  • Comunicare il Valore

Home Consulenza direzionale Safety Strategy

Safety Strategy

SafetyStrategy: La gestione della sicurezza per la continuità aziendale

Motivazioni etiche ormai condivise spingono la direzione d’impresa ad una gestione responsabile ed efficace della sicurezza: a queste motivazioni si aggiunge la necessità di garantirsi una tutela sia giudiziaria che della reputazione, al fine di evitare ripercussioni negative sulla redditività e quindi sulla business continuity.

La gestione dei sistemi di sicurezza deve quindi essere caratterizzata da un esplicito riconoscimento da parte del vertice (logica top-down) che la questione costituisce un valore portante della cultura aziendale, coinvolgendo attivamente, peraltro, le singole funzioni in modo da consentire un’autonoma e proattiva gestione dei fattori di rischio, in uno spirito di diffusa e distribuita responsabilizzazione delle stesse.

Tutto il management deve essere coinvolto nel controllo e nella prevenzione degli incidenti attraverso un progetto di cambiamento culturale che vede in causa modalità di gestione e sensibilizzazione tipiche della Gestione delle Risorse Umane: il modello si sviluppa secondo cardini che richiamano il convenzionale ciclo di Deming (Plan-Do-Check-Act) 

Modalità di intervento

Audit interno

Audit sistematico e sistemico che analizza le informazioni aziendali (documenti, casi, statistiche interne) coninterviste a dirigenti e dipendenti per valutare i valori e la cultura percepiti sul  tema della sicurezza e del benessere in azienda ed evidenzia il legame con il contesto territoriale e la comunità locale.

Incontro con i vertici

Workshop di ascolto con il vertice dell’impresa:viene rivisitata insieme la cultura aziendale della sicurezza: principi e identità d’impresa, leadership, comunicazione, politiche premianti, modello organizzativo e caratteristiche dell’ambiente di lavoro nel contesto della sicurezza.

Analisi allargata

Conduzione di focus group e distribuzione mirata di questionari, peruna consultazione allargata a seguito di quella eseguita con il management aziendale, tenendo anche presenti i report del primo audit. In questa fase possono essere coinvolti anche aziende appaltatrici, outsourcer, fornitori storici.

Fissare gli obiettivi

Questa fase prevede la sintesi delle prime tre fasi di avvio, con l’individuazione di opzioni di politica aziendale, fino ad arrivare all’elaborazione di un safety index che consenta di fotografare lo stato dell’arte e di identificare obiettivi realistici di miglioramento sul breve e sul medio periodo.

Il piano operativo e attuazione del programma

Approvato il safety index si predispone un opportuno piano operativo di implementazione, realizzata interamente all’interno dell’impresa con periodici check di coaching e tutoraggio da parte del consulente. 

Obiettivo

Fornire all’impresa cliente modalità per una gestione della sicurezza efficace, sicura, tutelante ed economicamente produttiva attraverso la definizione, la condivisione e l’articolazione operativa di politiche che integrino il tradizionale approccio ispirato al controllo e alla sanzione, con un stile direzionale di maggiore motivazione e coinvolgimento del singolo, dei gruppi e dell’insieme.

Il modello è certificabile OHSAS 18001 per ottenere i conseguenti vantaggi giuridici e contributivi.